Opportunità e difficoltà

Le OER hanno raggiunto il picco del loro lancio iniziale – sono state create le piattaforme, sono state sviluppate grandi quantità di risorse, sono stati offerti i MOOC e sono stati pilotati sistemi di certificazione; ora sembra che stiano entrando nella tappa successiva di sviluppo e maturità. Nella fase iniziale, la maggior parte delle iniziative di OER sono state finanziate in forma di progetto con finanziamento esterno  o interno. Una sfida per queste iniziative è ora rappresentata dall’adozione di un modello di business che sia capace di renderle sostenibili sul lungo termine (POERUP, 2013).

Uno dei punti di debolezza delle OER e delle OEP per le organizzazioni e gli istituti è “la mancanza di un modello di business per le OER. Non è percepito un legame diretto tra lo sviluppo delle OER e l’ottenerne vantaggi; le OER sembrano regalate in cambio di niente” (Redecker, Muñoz e Punie, 2013 - pagina 40).

Lo studio di Redecker, Muñoz e Punie (2013) è un inventario di iniziative relative alle OER in Europa e a livello internazionale, dove vengono indicati: la durata, la copertura geografica, il numero degli utenti, l’audience (studenti, docenti, lavoratori, cittadini, ecc.), modelli di business e di finanziamento; impatto ed quello che si è imparato dall’iniziativa.

C’è bisogno urgente di monitorare e valutare l’affermazione di nuovi e sostenibili tipi di finanziamento e modelli di business per OER  e OEP negli istituti educativi a tutti i livelli.

Dai un’occhiata a potenziali modelli di business nella tabella seguente:

Mappa concettuale per modelli di business e sostenibilità per OER

Per una visione dettagliata della mappa clicca qui!

 

continua con l’attività 3...